Parco Kruger & Panorama Route: un viaggio singolare

La mamma

Nasce l’idea del viaggio

Al di là della meravigliosa destinazione, e cioè il Kruger national Park e la Panorama Route, questo viaggio è singolare.
Singolare perché nasce per caso in Oman quando Maria Chiara incontra un compagno di scuola, Marco. Per la verità, si guardano, sembrano riconoscersi, ma vista l’improbabilità della coincidenza non approfondiscono, ma la curiosità è tanta e si mettono in contatto.

Singolare perché per Anna Maria e Marco doveva essere il viaggio di nozze , la luna di miele.

Singolare perché la pandemia sospende tutto, anche il matrimonio.

Singolare perché, passata la pandemia, avute nel frattempo due splendide bimbe, celebrato il matrimonio, è d’obbligo la luna di miele ed il viaggio si fa!

La team leader

Anna Maria, Marco, Giorgia e Francesca.
Otto notti in giro sulle piste del Kruger dall’alba al tramonto. Il Kruger National Park ci accoglie già in modo eccezionale con ippopotami, coccodrilli ed elefanti; poco dopo l’ingresso, un leone. Naturalmente, la nostra attenzione era concentrata sulle bimbe: avranno la pazienza di stare in auto? Si adatteranno ai ritmi dettate dal Parco? Presto ci accorgiamo che le nostre preoccupazioni si riveleranno infondate; sicuramente, per merito di Anna Maria e Marco ma anche per il carattere della bimba più grande. A proposito, l’età delle bimbe è compresa fra 6 mesi e due anni!

Singolare perché, Giorgia diventa la nostra team leader, sempre attenta a ciò che vede, attendendosene spiegazioni.

Singolare perché Anna Maria e Marco sono appassionati di fotografia – lui ha un bagaglio apposito – ed hanno a disposizione tutto il tempo che vogliono per immortalare scene di vita animale e gli spettacolari panorami del Kruger.

Singolare perché una sera, al campo Talamati, abbiamo cenato in compagnia di una genetta che ci era venuta e trovare mentre gustavamo una spaghettata. Si, proprio una spaghettata italiana in mezzo al Kruger, Marco è un ottimo cuoco. Durante la cena vediamo Anna Maria e Marco cambiare espressione, un dubbio traspare dai loro volti aspettando una risposta da noi: “si Marco, quelli che sentite così vicini, sono proprio leoni”.

Singolare perché la nostra auto è stata presa in “ostaggio” da una mandria di bufali incuriositi dalla nostra presenza, ma per niente minacciosi se si seguono le giuste regole.

Singolare perché, grazie all’attrezzatura portata da Marco, abbiamo potuto filmare una scena in cui un maschio adulto di giraffa, con delicatezza, insegna al suo piccolo a combattere. Filmato che poi che sarebbe stato trasmesso in un noto programma televisivo.

Il set cinematografico

Singolare perché vedere la piccola team leader chiedere di mangiare il biltong di orice la mattina, è una cosa singolare!

Singolare perché si festeggia anche la luna di miele nella sorpresa di tutti.

Singolare perché la Panorama Route, pur scorrendo veloce, ci riserva sorprese, come il blindatissimo set di un film di Tom Cruise.

Singolare perché durante tutto il viaggio i nostri amici sono riusciti ad acquistare ogni sorta di souvenir, e non solo i ricordini classici, ma soprattutto “pezzi” di artigianato e libri dedicati al Kruger, alla Panorama Route, al Sudafrica.

Singolare perché li abbiamo accompagnati all’aeroporto e salutati abbracciandoci; loro tornano a casa, noi restiamo per testare una parte del prossimo viaggio.

Singolare perché ancora oggi ripensiamo alla nostra piccola team leader che ormai ci chiama zii.
“Cullare le tue figlie davanti ad un tramonto infuocato, lì dove la vita ha avuto inizio: questa è la nostra Africa”.
Anna Maria & Marco

You cannot copy content of this page